Data di pubblicazione 27 febbraio, 2017

Google favorisce i siti in SSL (https:…)

Google comincia a favorire il posizionamento di siti che usino la cifratura SSL per proteggere il trasferimento dei dati.

La notizia mette in subbuglio la folta schiera di utenti che promuovono la loro attività o i loro servizi utilizzando soprattutto sistemi di hosting condiviso che utilizza per lo più il protocollo classico non SSL (per intenderci, l’indirizzo dei loro siti inizia per http:// e non https://).

E non saranno felici, tutto sommato, nemmeno i webmaster che avevano finora potuto presentare al cliente offerte in hosting a costi ridottissimi per la gestione e la creazione dei loro siti web.

Cliente che non vuole sborsare più di quei 50 euro all’anno tra database e spazio web.

Come spiegheranno che per dotare il loro sito di cifratura dovranno investire come minimo nell’acquisto di un certificato SSL e nello spostamento a un server non condiviso che permetta loro di attivare un indirizzo con la “S” sul loro nome a dominio?

Certo si può anche scegliere di non fare nulla per il momento sperando che magari i provider si adeguino alla situazione senza imporre costi per la gestione di un semplice sito web che passi dalla cifra spesa annualmente alla stessa cifra da spendere, però, mensilmente.

E qualcuno probabilmente già ci sta provando, con tutte le limitazioni del caso.

Tanto più che Google non penalizzerà, almeno per il momento, chi non si adegua, ma certo comincia a favorire chi già lo fa.

Diciamo la verità, chi ha davvero bisogno di avere un sito con cifratura SSL? Non certo i siti che si limitano a comunicare o ad informare o i siti vetrina.

Diverso magari il discorso se si tratta di forum, o comunque di siti che impongano una certa interattività con l’utenza. Ma certo se poi i competitor decidono di passare all’SSL…?

In ogni caso, se siete webmaster o per voi il posizionamento del vostro sito è vitale, cominciate a guardarvi intorno su offerte che vi permettano di adeguarvi alla situazione.

Un piccolo aggiornamento: a partire dal 1 gennaio 2017, gradualmente, ogni browser indicherà come NON sicuro un sito che non avesse il protocollo SSL installato! A buon intenditor…

Posizionamento SEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *